ACQUA   BENE   COMUNE


ATOComuni dell'ambitoSoggetti affidatari
1 Acqualagna,
Apecchio,
Auditore,
Barchi,
Belforte all'Isauro,
Borgo Pace,
Cagli,
Cantiano,
Carpegna,
Cartoceto,
Colbordolo,
Fano,
Fermignano,
Fossombrone,
Fratte Rosa,
Frontino,
Frontone,
Gabicce Mare,
Gradara,
Isola del Piano,
Lunano,
Macerata Feltria,
Mercatello sul Metauro,
Mercatino Conca,
Mombaroccio,
Mondavio,
Mondolfo,
Monte Cerignone,
Monte Grimano Terme,
Monte Porzio,
Montecalvo in Foglia,
Monteciccardo,
Montecopiolo,
Montefelcino,
Montelabbate,
Montemaggiore al Metauro,
Orciano di Pesaro,
Peglio,
Pergola,
Pesaro,
Petriano,
Piagge,
Piandimeleto,
Pietrarubbia,
Piobbico,
Saltara,
San Costanzo,
San Giorgio di Pesaro,
San Lorenzo in Campo,
Sant'Angelo in Lizzola,
Sant'Angelo in Vado,
Sant'Ippolito,
Sassocorvaro,
Sassofeltrio,
Serra Sant'Abbondio,
Serrungarina,
Tavoleto,
Tavullia,
Urbania,
Urbino.
Aset S.p.A. "Multiutility" partecipata solo dai comuni di Barchi, Cartoceto, Fano, Fossombrone, Isola del Piano, Mondavio, Mondolfo, Monte Porzio, Montefelcino, Montemaggiore al Metauro, Orciano di Pesaro, Pergola, Piagge, Saltara, San Costanzo, San Giorgio di Pesaro, Sant'Ippolito e Serrungarina.
Comuni Riuniti S.r.l. Partecipata solo dal comune di Montecopiolo.
Marche Multiservizi S.p.A. "Multiutility" partecipata al 50,5% da 54 comuni dell'ATO 1 (Acqualagna, Apecchio, Auditore, Barchi, Belforte all'Isauro, Borgo Pace, Cagli, Cantiano, Cartoceto, Colbordolo, Fano, Fermignano, Fossombrone, Fratte Rosa, Frontino, Frontone, Gradara, Isola del Piano, Lunano, Macerata Feltria, Mercatello sul Metauro, Mercatino Conca, Mombaroccio, Mondavio, Monte Cerignone, Monte Grimano Terme, Montecalvo in Foglia, Monteciccardo, Montefelcino, Montelabbate, Montemaggiore al Metauro, Orciano di Pesaro, Peglio, Pergola, Pesaro, Piagge, Piandimeleto, Pietrarubbia, Piobbico, Saltara, San Costanzo, San Giorgio di Pesaro, San Lorenzo in Campo, Sant'Angelo in Lizzola, Sant'Angelo in Vado, Sant'Ippolito, Sassocorvaro, Sassofeltrio, Serra Sant'Abbondio, Serrungarina, Tavoleto, Tavullia, Urbania, Urbino) e da quelli di Casteldelci, Maiolo, Pennabilli, Sant'Agata Feltria e Talamello.
2 Agugliano,
Ancona,
Arcevia,
Barbara,
Belvedere Ostrense,
Camerano,
Camerata Picena,
Castel Colonna,
Castelbellino,
Castelleone di Suasa,
Castelplanio,
Cerreto d'Esi,
Chiaravalle,
Corinaldo,
Cupramontana,
Esanatoglia,
Fabriano,
Falconara Marittima,
Genga,
Jesi,
Maiolati Spontini,
Matelica,
Mergo,
Monsano,
Monte Roberto,
Monte San Vito,
Montecarotto,
Montemarciano,
Monterado,
Morro d'Alba,
Offagna,
Ostra,
Ostra Vetere,
Poggio San Marcello,
Polverigi,
Ripe,
Rosora,
San Marcello,
San Paolo di Jesi,
Santa Maria Nuova,
Sassoferrato,
Senigallia,
Serra de' Conti,
Serra San Quirico,
Staffolo.
Multiservizi S.p.A. "Multiutility" partecipata solo dai 45 comuni dell'ATO 2 e da quello di Castelfidardo.
3 Acquacanina,
Apiro,
Appignano,
Belforte del Chienti,
Bolognola,
Caldarola,
Camerino,
Camporotondo di Fiastrone,
Castelfidardo,
Castelraimondo,
Castelsantangelo Sul Nera,
Cessapalombo,
Cingoli,
Civitanova Marche,
Corridonia,
Fiastra,
Filottrano,
Fiordimonte,
Fiuminata,
Gagliole,
Loreto,
Macerata,
Monte Cavallo,
Montecassiano,
Montecosaro,
Montefano,
Montelupone,
Morrovalle,
Muccia,
Numana,
Osimo,
Pieve Torina,
Pievebovigliana,
Pioraco,
Poggio San Vicino,
Pollenza,
Porto Recanati,
Potenza Picena,
Recanati,
San Severino Marche,
Sefro,
Serrapetrona,
Serravalle di Chienti,
Sirolo,
Tolentino,
Treia,
Ussita,
Visso.
Centro Marche Acque S.r.l. Partecipata solo dai comuni di Cingoli, Filottrano, Loreto, Montecassiano, Montefano, Montelupone, Numana, Osimo, Porto Recanati, Potenza Picena, Recanati e Sirolo. ASTEA S.p.A. serve in sub-concessione i comuni di Loreto, Montecassiano, Montefano, Montelupone, Osimo, Porto Recanati, Potenza Picena e Recanati.

Acquambiente Marche S.r.l. serve in sub-concessione i comuni di Cingoli, Filottrano, Numana e Sirolo.
S.I. Marche S.c.r.l. Partecipata dai comuni di Appignano, Castelfidardo, Civitanova Marche, Corridonia, Macerata, Montecosaro, Morrovalle, Pollenza e Treia. APM S.p.A. serve in sub-concessione i comuni di Appignano, Castelfidardo, Corridonia, Macerata, Montecosaro, Morrovalle, Pollenza e Treia.

ATAC Civitanova S.p.A. serve in sub-concessione il comune di Civitanova Marche.
Unidra S.c.r.l. Partecipata solo dai comuni di Acquacanina, Belforte del Chienti, Caldarola, Camerino, Castelraimondo, Castelsantangelo Sul Nera, Cessapalombo, Fiastra, Fiordimonte, Fiuminata, Gagliole, Monte Cavallo, Muccia, Pieve Torina, Pievebovigliana, Pioraco, San Severino Marche, Serrapetrona, Serravalle di Chienti, Tolentino, Ussita e Visso. ASSEM S.p.A. serve in sub-concessione i comuni di Castelraimondo, Fiuminata, Gagliole, Pioraco, San Severino Marche e Ussita.

ASSM S.p.A. serve in sub-concessione i comuni di Belforte del Chienti, Caldarola, Camerino, Camporotondo di Fiastrone, Castelsantangelo Sul Nera, Cessapalombo, Fiordimonte, Monte Cavallo, Pievebovigliana, Serrapetrona, Tolentino e Visso.

Valli Varanensi S.r.l. serve in sub-concessione i comuni di Acquacanina, Fiastra, Muccia, Pieve Torina, Serravalle di Chienti.
4 Colmurano,
Falerone,
Francavilla d'Ete,
Gualdo,
Loro Piceno,
Magliano di Tenna,
Massa Fermana,
Mogliano,
Montappone,
Monte San Giusto,
Monte San Martino,
Monte San Pietrangeli,
Monte Urano,
Monte Vidon Corrado,
Montegiorgio,
Montegranaro,
Penna San Giovanni,
Petriolo,
Porto Sant'Elpidio,
Rapagnano,
Ripe San Ginesio,
San Ginesio,
Sant'Angelo in Pontano,
Sant'Elpidio a Mare,
Sarnano,
Torre San Patrizio,
Urbisaglia.
TENNACOLA S.p.A.Partecipata solo da 26 comuni dell'ATO 4.
5 Acquasanta Terme,
Acquaviva Picena,
Altidona,
Amandola,
Appignano del Tronto,
Arquata del Tronto,
Ascoli Piceno,
Belmonte Piceno,
Campofilone,
Carassai,
Castel di Lama,
Castignano,
Castorano,
Colli del Tronto,
Comunanza,
Cossignano,
Cupra Marittima,
Fermo,
Folignano,
Force,
Grottammare,
Grottazzolina,
Lapedona,
Maltignano,
Massignano,
Monsampietro Morico,
Monsampolo del Tronto,
Montalto delle Marche,
Monte Giberto,
Monte Rinaldo,
Monte Vidon Combatte,
Montedinove,
Montefalcone Appennino,
Montefiore dell'Aso,
Montefortino,
Montegallo,
Monteleone di Fermo,
Montelparo,
Montemonaco,
Monteprandone,
Monterubbiano,
Montottone,
Moresco,
Offida,
Ortezzano,
Palmiano,
Pedaso,
Petritoli,
Ponzano di Fermo,
Porto San Giorgio,
Ripatransone,
Roccafluvione,
Rotella,
San Benedetto del Tronto,
Santa Vittoria in Matenano,
Servigliano,
Smerillo,
Spinetoli,
Venarotta.
CIIP S.p.A.Partecipata solo dai 59 comuni dell'ATO 5.

Interventi nel gruppo di discussione Acqua Bene Comune Marche...

31 luglio 2010
Quest'ultima settimana di luglio e` stata "tempo di raccolta" in relazione ad ormai lontani "tempi di semina".

Il 26 e` stato finalmente pubblicato online lo Statuto del Comune di Ancona aggiornato, che all'articolo 4 comma 4 contiene ora (oltre ad una importante "modifica antinucleare") il testo gia` pubblicato in questa bacheca il 13 aprile 2010 (vedi post).

"t) l'accesso all'acqua, bene comune, come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile ed il servizio idrico integrato come servizio pubblico locale privo di rilevanza economica"

Per la verita` la relativa (e definitiva) deliberazione del Consiglio Comunale (N. 70) risale al 10 maggio.

Il 28 luglio e` stata la volta dell'UNGA (Assemblea Generale delle Nazioni Unite), che ha sancito finalmente anche a livello mondiale che l'accesso all'acqua e` un diritto umano.

"The General Assembly,

...

1. Declares the right to safe and clean drinking water and sanitation as a human right that is essential for the full enjoyment of life and all human rights;

2. Calls upon States and international organizations to provide financial resources, capacity-building and technology transfer, through international assistance and cooperation, in particular to developing countries, in order to scale up efforts to provide safe, clean, accessible and affordable drinking water and sanitation for all;

3. Welcomes the decision by the Human Rights Council to request that the independent expert on the issue of human rights obligations related to access to safe drinking water and sanitation present an annual report to the General Assembly, and encourages her to continue working on all aspects of her mandate and, in consultation with all relevant United Nations agencies, funds, and programmes, to include in her report to the Assembly, at its sixty-sixth session, the principal challenges related to the realization of the human right to safe and clean drinking water and sanitation and their impact on the achievement of Millennium Development Goals."

(Sono disponibili il testo integrale ed i ragguagli della seduta.)

Insomma, attraverso le proprie istituzioni la comunita` anconetana (come tante altre in Italia e nel mondo) ha anticipatamente ratificato, in qualche modo, una presa di coscienza mondiale!
23 luglio 2010
Lunedi` 19 luglio 2010 abbiamo depositato presso la Corte di Cassazione piu` di 1400000 firme per ciascun quesito referendario. Credo che l'aggettivo piu` appropriato per questo evento sia... STORICO.

Ecco una piccola rassegna stampa di questi giorni...
Avvenire
Corriere della Sera
Il Sole 24 Ore
La Stampa
La Repubblica

... e le prime pagine "storiche"...
Il Manifesto
Liberazione
28 giugno 2010
Si e` svolta sabato scorso a Roma una riunione del Comitato Promotore, aperta a tutti gli interessati. Il principale motivo di soddisfazione e` stato naturalmente il conseguimento dell'obiettivo storico del milione di firme. Ed e` soprattutto questo successo della campagna che rende particolarmente imprevedibili le reazioni della "controparte".
La situazione si presenta molto complessa... mi limito qui ad un paio di cose chiare.

La consegna delle firme alla Corte di Cassazione viene organizzata come evento pubblico del 19 luglio a Roma; siamo tutti invitati a partecipare.

Per mantenere in modo corretto le relazioni istituzionali, ed avere diritto ad eventuali rimborsi, il "comitato del si`" dovra` costituirsi in una nuova associazione, con mansioni operative, mentre la "direzione politica" restera` "prerogativa" del Comitato Promotore.

Ora pero` la cosa piu` importante, ed urgente, e` completare il lavoro di certificazione e far pervenire, tramite referente regionale, a Segreteria Campagna Referendaria Acqua Pubblica (via di S. Ambrogio, 4 - 00186 ROMA) tutte le firme raccolte.
24 maggio 2010

Nelle Marche incontro con Marco Bersani del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua... leggi il volantino.
18 maggio 2010
Le firme raccolte hanno superato quota 500 mila, minimo necessario per procedere con i referendum. Ma occorre continuare a raccoglierne per dare forza alle ragioni dei cittadini; chi sta in Parlamento a rappresentare interessi estranei alla volonta` degli elettori deve capire che stavolta non potra` contare sull'astensione.

Intervistato Tex Willer!

25 aprile 2010
20 aprile 2010
Si svolgera` giovedi` 22 aprile alle 18:30, presso l'aula 160/1 della Facolta` di Ingegneria ad Ancona, un incontro informativo sull'attivita` di raccolta firme per i 3 referendum e sul tema della "ripubblicizzazione dell'acqua".
L'incontro e` organizzato da ISF Ancona per gli studenti ma e` aperto a tutti.
17 aprile 2010

Si e` svolto ieri sera ad Ancona un incontro di coordinamento regionale incentrato sulle attivita` referendarie di raccolta firme.

Il referente regionale (Marche) per il Comitato Promotore ha consegnato un certo quantitativo di moduli a coloro che intendono iniziare la raccolta gia` dai primi giorni utili (ufficialmente il periodo va dal 22 aprile al 21 luglio). Ha inoltre raccomandato la designazione di referenti provinciali con i quali concordare le date di eventi promozionali (da qualunque associazione o partito siano organizzati) in modo da evitare concomitanze, almeno per quelli piu` importanti; ottimizzando cosi` anche la fruizione della disponibilita` di autenticatori di ambito intercomunale.
13 aprile 2010

"t) l'accesso all'acqua, bene comune, come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile ed il servizio idrico integrato come servizio pubblico locale privo di rilevanza economica"

E` questo il testo approvato ieri dal Consiglio Comunale di Ancona da intendersi come aggiunta allo Statuto del Comune nella sezione "Principi ispiratori della sua azione" (Art.4).

Come ovvio le modifiche statutarie implicano peculiari garanzie procedurali e, non essendo stata raggiunta (per pochissimi voti) la maggioranza qualificata nell'approvazione di ieri, il medesimo testo dovra` essere sottoposto ad ulteriori approvazioni consiliari nel corso dei prossimi 30 giorni. Solo alla fine di questo iter si potra` affermare che i cittadini di Ancona avranno, grazie al riconoscimento dell'accesso all'acqua come diritto e non come servizio commerciale, una qualche forma di tutela contro la privatizzazione forzata (dalla recente legislazione nazionale) del servizio idrico.

"Solo alla fine" dicevo... ma l'inizio e` molto buono!
7 febbraio 2010

PRESADIRETTA

di Riccardo Iacona

La puntata dedicata alla gestione delle acque, dal titolo Acqua Rubata, e` molto informativa (se ne puo` prendere visione seguendo il link).
ACQUEDOTTE
CONTATTI

Evasio Ciocci ( 3483701690), referente per le Marche del comitato referendario... macerata.welfare@marche.cgil.it

Per altre informazioni, segnalazioni, proposte, suggerimenti contattare... me@albertoorioli.info
MATERIALI
ACQUALITE
ACQUALAGNA (ma le foto sono belle)